RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO MOBILITA’ PERSONALE SCOLASTICO

Ricorsi Contratti

PUNTEGGI, PRE-RUOLO PARITARIE, LEGGE 104/92 e ASSEGNAZIONE TEMPORANEA TRIENNALE.


 clicca qui per iscriverti al gruppo MSA Mobilità


 

A CHI E’ RIVOLTO IL RICORSO?

Il ricorso è rivolto a docenti che:

  • Hanno avuto errori nelle procedure di mobilità;
  • Sono stati scavalcati da altri colleghi aventi punteggio inferiore;
  • Non hanno ottenuto il riconoscimento del servizio pre-ruolo prestato presso le scuole paritarie;
  • Non hanno ottenuto la precedenza nei trasferimenti interprovinciali per i benefici di cui alla legge 104/92;
  • Non hanno ottenuto l’assegnazione temporanea triennale ai sensi dell’art 42 bis D.Lgs. 26 marzo 2001, n.151.

           

FONDAMENTO GIURIDICO DEL RICORSO

Il Ministero dell’Istruzione discrimina ancora i docenti che hanno prestato servizio presso le scuole paritarie, non riconoscendo il servizio pre-ruolo prestato nelle scuole paritarie ai fini della mobilità ed ai fini della ricostruzione di carriera.

Il Miur continua a negare, nelle stesse procedure di trasferimento interprovinciali, il diritto di beneficiare delle precedenze previste dalla Legge 104/92 per l’assistenza al genitore ex art. 3, comma 3, della Legge 104/1992.

Lo stesso Ministero non riconosce il diritto all’assegnazione provvisoria per i genitori con figli minori di tre anni.

Ulteriore illegittimità consiste nel mancato riconoscimento del titolo SISS e/o superamento concorso FIT.

 

OBIETTIVO FINALE DEL RICORSO

 

Il ricorso (a seconda della scelta) si pone i seguenti obiettivi:

a) dichiarare illegittima la procedura di trasferimento avente vincolo triennale e far tornare il docente in ambiti territoriali vicini;

b) accertare il diritto dei ricorrenti in possesso dei requisiti di cui alla Legge 104/92 per assistenza al genitore di beneficiare delle medesime precedenze previste soltanto per i trasferimenti provinciali;

c) riconoscere il punteggio del servizio pre-ruolo presso scuole paritarie;

d) riconoscere il diritto all’assegnazione temporanea per i genitori con figli minori di tre anni;

e) riconoscere la valutazione del titolo SISS e del superamento del concorso FIT.

 

COSTO DEL RICORSO

Il costo del ricorso è pari a euro 500,00, oltre al costo del contributo unificato pari ad euro 259,00 da corrispondere nel caso in cui il reddito familiare del ricorrente unitamente a quello dei familiari conviventi sia superiore ad euro 34.481,87.


>>MSA istruzioni operative mobilità<<

>>MSA allegati ricorso mobilità<<


Istanze da inserire nelle domande di mobilità al fine del ricorso

>>ISTANZA RICONOSCIMENTO TUTTE<<


Per qualsiasi chiarimento o dubbio, si prega di contattare MSA al numero 392-6225285 (via telefono o via Whatsapp).

 

Condividi