RICORSO CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI, IN SEDE AMMINISTRATIVA, A TUTELA DEGLI ESCLUSI DALLA PROVA PRESELETTIVA

Ricorsi

Gentili docenti

Come noto, le espletate prove preselettive del Concorso per Dirigenti scolastici hanno fatto emergere molte anomalie, con particolare riferimento alla mancata ammissione dei docenti che hanno, in ogni caso, raggiunto la sufficienza (60 punti su 100, equivalenti a sei decimi), per non parlare delle numerose irregolarità segnalate in merito al malfunzionamento dei terminali che hanno limitato il tempo disponibile per rispondere ai singoli quesiti.

Avverso le esclusioni, ritenute illegittime, a tutela di quanti vedano tramontare un’importante chance, quella di proseguire l’iter concorsuale, saranno impugnati i provvedimenti che hanno impedito l’approdo alle prove successive.

In sintonia con la giurisprudenza formatasi sulla vicenda delle soglie di accesso alla prova scritta, lo studio ritiene possibile agire collettivamente, innanzitutto, per tutti quei candidati con punteggio superiore o uguale a 60/100.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE AL RICORSO:

Possono aderire tutti coloro che:

  • abbiano raggiunto il punteggio di almeno 60 punti;
  • non abbiano potuto svolgere regolarmente la prova preselettiva, per malfunzionamenti o anomalie, anche se hanno conseguito un punteggio inferiore a 60 (In tale ultimo caso si consiglia di valutare l’opportunità di intraprendere un ricorso di natura individuale, domandando un preventivo all’indirizzo msa@msaservice.it).

ADESIONI ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2018.

COSTI DELL’AZIONE: L’importo omnicomprensivo, per tutto il primo grado di giudizio, ammonterà ad euro 180,00 (PREZZO SPECIALE PER I SOCI MSA).

Clicca qui per scaricare il comunicato e le istruzioni

Condividi