MAXI RICORSO A FAVORE DI TUTTI I DIPLOMATI MAGISTRALI ED I LAUREATI IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

Ricorsi

L’ASSOCIAZIONE MSA

IN COLLABORAZIONE CON

I LEGALI CIRO SANTONICOLA ED ALDO ESPOSITO

(esperti di diritto scolastico)

PROPONE

PRE-ADESIONE ENTRO IL 15/10/2018 PER MAXI RICORSO IN SEDE AMMINISTRATIVA A FAVORE DI TUTTI I DIPLOMATI MAGISTRALI ED I LAUREATI IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA, ESCLUSI DAL CONCORSO A CATTEDRA “SEMPLIFICATO” 2018, CONSISTENTE IN UN COLLOQUIO ORALE, NON SELETTIVO.

OBIETTIVO: FAR ACCEDERE TUTTI I DIPLOMATI MAGISTRALI E LAUREATI SFP AL COLLOQUIO ORALE NON SELETTIVO PER OTTENERE IL RUOLO!

Gentili maestre/i,

Come noto, l’EMENDAMENTO AL DECRETO DIGNITÀ INTRODOTTO DAL

NUOVO GOVERNO (che procede nell’iter di conversione in legge: art. 4 Decreto Dignità, nella parte in cui si parla di reclutamento della scuola primaria e dell’infanzia) CONSENTE AI SOLI DIPLOMATI MAGISTRALI E LAUREATI IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA, CON 2 ANNI DI SERVIZIO SPECIFICO SU INFANZIA O PRIMARIA NELLE SCUOLE STATALI (ESLUSIVAMENTE MATURATI NEGLI ULTIMI 8 ANNI SCOLASTICI) DI PARTECIPARE AD UN CONCORSO RISERVATO, CONSISTENTE NELL’ESPLETAMENTO DI UN COLLOQUIO ORALE NON SELETTIVO, PER ACCEDERE AL RUOLO.

In ragione di tanto, intendiamo impugnare tale sistema che esclude diverse categorie di docenti diplomati magistrali e laureati in scienze della formazione primaria, attraverso un’azione, in sede amministrativa (a costi irrisori, subordinati al raggiungimento di un numero minimo di ricorrenti) mirata per  ogni categoria di docenti esclusa dal concorso.

CHI POTRÀ, A QUESTO PUNTO, PREADERIRE AL RICORSO IN QUANTO, AL MOMENTO, ESCLUSO DAL CONCORSO?

  1. Docenti diplomati magistrali (titolo anche rilasciato al termine della scuola magistrale triennale o quinquennale, conseguito entro l’a.s 2001/02) o laureati in scienze della formazione primaria, con 2 anni di servizio presso le scuole paritarie, non solo statali. Contesteremo il fatto che nei 2 anni di servizio, previsti come requisito d’accesso al concorso, non siano considerati i servizi espletati presso le scuole paritarie (servizio che viene valutato nelle Gae e anche nel concorso stesso, ma che non potrà essere considerato quale requisito per accedere al concorso).
  2. Docenti magistrali o laureati in SFP con uno o nessun anno di servizio presso la scuola dell’infanzia e primaria. Contesteremo il requisito dei 2 anni di servizio per accedere al concorso riservato, in quanto lo stesso non ha nessun fondamento giuridico, non è previsto dall’Europa né da nessun altro paese europeo. I diplomati magistrali e laureati in SFP, anche senza anni di servizio, devono poter partecipare al concorso perché il titolo, da loro posseduto, è di per sé abilitante. Costoro, inoltre, lamentano la diversità di trattamento rispetto ai colleghi “abilitati della secondaria” i quali, sulla base della semplice abilitazione ed anche in assenza del servizio possono, partecipare ad un concorso non selettivo.
  3. Docenti esclusi dalle Graduatorie ad esaurimento, il cui contratto è stato o sarà trasformato “da tempo indeterminato in contratto a tempo determinato ed al 30 giugno”. Contesteremo la trasformazione dei contratti a tempo indeterminato (con riserva)  in  contratti  a  tempo  determinato,  su  posto  vacante,  al  30 giugno,poiché se il posto è vacante e disponibile il contratto deve necessariamente essere al 31 agosto, non al 30 giugno.
  4. Docenti che hanno maturato 2 anni di servizio nella scuola dell’infanzia o primaria in un periodo precedente agli ultimi 8. Contesteremo il fatto che, nella valutazione dei 2 anni di servizio, vengano presi in considerazione solo gli ultimi 8 anni, non i periodi precedenti.
  5. Docenti con 2 anni di servizio aspecifico in gradi diversi (infanzia e primaria). Contesteremo il fatto che, nel computo dei 2 anni necessari per la partecipazione al concorso, non venga calcolato il servizio aspecifico, in gradi diversi (infanzia e primaria). Per intenderci: se ho lavorato per un anno su infanzia ed un anno su primaria, dovrò liberamente accedere al concorso sulla tipologia di istruzione (infanzia o primaria) da me scelta, non potendo essere escluso dal colloquio non selettivo perché non si possiedono i due anni di servizio solo sull’infanzia o sulla primaria.
  6. Docenti che hanno partecipato al TFA 3 ciclo sostegno e che non hanno maturato 2 anni di servizio specifico sul sostegno nelle scuole statali. Contesteremo il fatto che non venga prevista una deroga per tutti coloro che hanno partecipato al TFA 3 ciclo sostegno e che quindi non hanno avuto la possibilità di maturare 2 anni di servizio specifico sul sostegno nelle scuole statali, come richiesto dal decreto. Per questi chiediamo che venga concessa loro una deroga per partecipare al concorso, esattamente come i colleghi della secondaria abilitati sul sostegno con il TFA 3 ciclo e per i quali è stata consentita comunque la partecipazione al concorso.
  7. Docenti che hanno maturato servizio sul sostegno (infanzia e primaria) ma non hanno  conseguito la specializzazione. Contesteremo il fatto che docenti che hanno maturato un servizio sul sostegno (infanzia e primaria) si vedano preclusa la possibilità di partecipare al concorso non selettivo in quanto non specializzati, sebbene siano stati considerati docenti idonei all’insegnamento sul sostegno tanto da essere stati affidati loro gli alunni diversamente abili. Inoltre, a questo riguardo, c’è già stato un precedente in Consiglio di Stato in quanto docenti senza specializzazione, ma con servizio sul sostegno, sono stati ammessi al TFA 3 ciclo sostegno. Sulla base di questo precedente, crediamo che lo stesso principio debba valere per i docenti di infanzia e primaria, senza titolo, ma con servizio sul sostegno.

 COSTO DELLA PREADESIONE: € 5,00 (IMPORTO CHE VERRÀ STORNATO DAL COSTO DEL RICORSO, ATTIVATO SUBITO DOPO LA PUBBLICAZIONE DEL DECRETO E BANDO DI CONCORSO).

COME PREADERIRE?

  • Effettuare il bonifico di euro 5,00 alle coordinate sotto indicate:

INTESTAZIONE: MULTI SERVICE ASSOCIATION Iban: IT 88 I 07601 16900 001039183015

IMPORTO: EURO 5,00.

CAUSALE:             NOME E COGNOME, PREADESIONE RICORSO               DIPLOMATI MAGISTRALI/LAUREATI SFP

OPPURE

  • Effettuare ricarica Postepay:

NOME E COGNOME, PREADESIONE       RICORSO                                 DIPLOMATI MAGISTRALI/LAUREATI SFP

Importo 5€

5333 – 1710 – 4627-  9929

CNT GNS 56A64 A026 Z – Conti Agnese

  • Inviare una mail a concorsomagistrale@gmail.com, Oggetto “PREADESIONE MAGISTRALI, NOME E COGNOME”, indicando nel testo: NOME, COGNOME, CODICE FISCALE, TITOLO POSSEDUTO (DIPLOMA MAGISTRALE O LAUREA IN SCIENZA DELLA FORMAZIONE), TIPOLOGIA DI RICORSO ALLA QUALE SI INTENDE PREADERIRE, INDIRIZZO   MAIL   E   NUMERO   DI    CELLULARE, allegando copia del bonifico di €5,00, in modo che, non appena uscirà il decreto/bando, sarete contattati personalmente con l’inoltro delle istruzioni operative.

Esempio modello corpo E-mail:


Nome: …………. Cognome: …………..

Codice Fiscale: ………………..

Titolo posseduto: (diploma/laurea) (dati scuola) (voto) (Anno conseguimento) Tipologia di ricorso: …(elencare tipologie interessate)……….

Tel: …………………………… E-mail: ………………………….


Il prof. Luciano Scandura, i legali Ciro Santonicola ed Aldo Esposito

Clicca qui per scaricare questo comunicato

Condividi